Passion and Power - il blog dei protagonisti Outdoor Bike Golf Running Snow
Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti che ci aiutano a fornire i nostri servizi, clicca su +Info per saperne di più o negare il consenso
Continuando sul sito o premendo su OK presti il consenso all’uso di tutti i cookie
Correre per sentirsi liberi
 
17/11/2016 17:28

Correre è ciò che mi fa sentire libera, il momento che dedico a me stessa in cui riesco veramente a concentrarmi e a dare il massimo. Quando corro da sola libero la testa da ogni pensiero che mi possa distrarre. Ho bisogno di concentrarmi sul movimento delle mie gambe, sui piedi che appena toccano terra spingono con tutta la forza che hanno. Quando corro da sola sento il mio respiro e cerco di controllarlo affinché non sia troppo affannato e riesco ad estraniarmi completamente da tutto ciò che mi accade intorno, come se cadessi in una sorta di “trance”.
Ci sono delle volte, però, in cui non ho voglia di restare chiusa nella mia concentrazione. Quando mi alleno insieme ad altre persone che condividono la mia stessa passione riesco veramente a godermi la corsa, senza pensare al tempo, al chilometro, a quante ripetute mancano o a quanta fatica dovrò ancora fare. Correre in gruppo significa prima di tutto divertirsi, condividere attimi di vita in cui si è veramente se stessi, senza aver paura di mettersi alla prova e a volte, perché no, anche in competizione. Poter contare sul gruppo ti permette di non arrenderti subito alla fatica. E alla fine chissà come si riesce sempre a tirare fuori qualche energia nascosta. 
Quando ho accettato di diventare capitana degli “adidas runners” di Milano sapevo che avrei potuto aiutare amatori e neofiti del running a migliorare tecnicamente e trasmettere l’amore per questo sport e i suoi infiniti lati positivi. Ma non immaginavo quanto avrei potuto io imparare da loro, da chi vive la corsa in modo differente dal mio ma con altrettanta passione e determinazione. Chi fa sport a livello professionistico si ricorda di fare attenzione a tutti i più piccoli dettagli, anche quelli che potrebbero sembrare irrilevanti agli occhi degli altri, a volte cadendo addirittura nella paranoia. E a volte bisogna ricordarsi talmente tante cose che ci si dimentica di quella più importante su tutte: divertirsi.
La community di adidas mi ha insegnato proprio questo: che il divertimento, il piacere di stare insieme e di conoscere persone nuove, avere tanti amici che condividono la tua stessa passione con cui festeggiare i successi sono le motivazioni più grandi, che possono incoraggiarti ancora di più ad allenarti con costanza, a sopportare la fatica e a diventare più forte.
Chiunque può diventare un adidas runner, bisogna avere solo due requisiti: avere voglia di divertirsi e di mettersi alla prova. A tutto il resto ci pensiamo io, Paolo, Roberto, Saverio, Elena, Massimo, Zo, Gianluca, Giulia e Nico, i miei compagni in questa avventura! Ci trovate tutti i giorni in “Runbase”, in corso Sempione 10 a Milano!

Sara Galimberti

 

 

 
Commenti
Sono presenti 0 commenti

Inserisci commento
Nome (Obbligatorio)
Mail (Obbligatorio)
Sito

RISPETTO LA TUA PRIVACY