Passion and Power - il blog dei protagonisti Outdoor Bike Golf Running Snow
Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti che ci aiutano a fornire i nostri servizi, clicca su +Info per saperne di piĆ¹
Continuando sul sito o premendo su OK presti il consenso all'uso dei cookie
Lo sapevate che? >> Il grande Moloch!
 
25/06/2015 10:00

Sta per arrivare il grande Moloch dei rider ovvero la Sellaronda Hero, una delle competizioni del genere più dure al mondo. Il Moloch è una divinità presente nella maggior parte delle antiche religioni mediorientali e in senso figurato ormai è entrato nella lingua italiana con il significato di una grande entità che esige grandi sacrifici. Ce lo ha spiegato anche la nostra Hero, Lorenza Menapace, che, nonostante alcuni contrattempi nella preparazione invernale, ha deciso di partecipare con il Focus XC Italy Team alla manifestazione biker più attesa dell’anno. “Alla fine – ha detto Lorenza – la Sellaronda è la Sellaronda, un’impresa per qualsiasi atleta. Ci si mette alla prova in termini di tenacia sia fisica che di testa”. Nell’intervista rilasciata recentemente proprio a noi di Passion&Power Menapace aveva detto che avrebbe partecipato alla gara “per dimostrare a tutti, soprattutto a quelli della mia squadra che mi hanno dato tanta fiducia, che ci sono e che porto con tanto orgoglio la maglia di Focus XC. Quindi voglio andare alla Sellaronda e farla bene”. La nostra biker ha poi definito il Focus CX Italy Team una ‘squadra famiglia’ “il team numero uno sotto il profilo umano”. Abbiamo voluto allora sentire altre due Heroes del Focus XC su questa gara da Titani.

Lisa Rabensteiner, 22 anni a novembre, campionessa italiana cross country under 23 in carica da due anni. Nel 2014 ha conquistato tre podi consecutivi in Coppa del mondo cross country, una medaglia di bronzo Xco staffetta al campionato europeo e il successo agli Internazionali d’Italia Series cross country. “Come potrete capire – afferma Rabensteiner - questo è il mio piccolo mondo fatto di enormi soddisfazioni raccolte nel volgere di breve tempo, soprattutto, da quando nel 2014 ho deciso di tesserarmi con Focus XC Italy Team che mi ha dato l’opportunità di partecipare alle gare internazionali in Italia ed all’estero.  È strano dirlo ma, Sellaronda Hero resta per me un traguardo a cui ambire nel prossimo futuro. I miei allenamenti attuali non vanno oltre le 2/3 ore e sono impostati in maniera diversa da quelli con i quali si preparano le competizioni marathon (oltre 60 km). Meglio quindi rimanere concentrata sugli obiettivi internazionali di stagione. Quest’anno, a Selva di Val Gardena ci sarò sicuramente per tifare gli atleti della nazionale che gareggeranno per il titolo mondiale. E, poi, c’è la mia compagna di team Lorenza Menapace che sarà sicuramente al via. Un motivo in più per non mancare”. 

Greta Seiwald ha compiuto 18 anni da qualche mese e dal 2015 è tesserata per Focus XC Italy Team di cui dice: “mi ha dato l’opportunità di partecipare alla gare internazionali in Italia ed all’estero. La Sellaronda Hero è davvero un mito per tutti i bikers ma, per regolamento, ai tesserati come me nella categoria Junior non è consentito disputare questo tipo di competizioni. Al momento le discipline nelle quali posso impegnarmi sono il cross country e il cross country eliminator oltreché la staffetta, nelle quali sto raccogliendo ottimi risultati anche in campo internazionale con la maglia del team e con quella della nazionale. Purtroppo dovrò attendere almeno un anno per potermi iscrivere anche alle competizioni marathon. Mi piacerebbe molto fare la Sellaronda contro le atlete più forti al mondo ma, oggi, sono consapevole che c’è bisogno di una grande esperienza che si può ottenere solo con la maturità fisica e con l’esperienza sul campo di gara. Le discese sono il mio forte e non mi farebbe certo paura affrontare anche quelle di Sellaronda ma lì, le salite fanno davvero male perché sono dei veri e propri muri da scalare. Sono abituata a soffrire in allenamento ed anche in gara ma le mie competizioni durano poco più di un’ora. Sono anche consapevole che il mio fisico non sarebbe certo in grado, oggi, di sopportare una gara di cinque e oltre interminabili ore. Ma ci sarò sicuramente alla Sellaronda Hero. Andrò a tifare gli atleti della nazionale e la mia compagna di squadra Lorenza Menapace che solo pochi giorni fa ha deciso di partecipare con la casacca del team. Non vedo l’ora di essere lì, ci sarà tantissima gente perché è la gara considerata la più estrema al mondo per il dislivello. Chissà stavolta farò da spettatore e un giorno sarò una protagonista a Sellaronda Hero”. 
Anche noi saremo al traguardo, pronti a raccontare della battaglia di Lorenza Menapace con il grande Moloch.


Starter

credits: photo Michele Mondini